variolite.fr  

vVariolites di Maguelone

Retour vers menu                                      

Ritorno

grazie corinne Elmos per la traddoto

 

Le Varioliti delle rive di Maguelone

(La Pietra dei Pastori)

Riscopri usi ancestrali a Maguelone !

Pietre oggi dimenticate... anticamente classificate come pietre preziosi, le varioliti affascinano da sempre.

-Nate nelle profondità degli abissi, dall’incontro tumultuoso del magma in fusione e dell’acqua fredda degli oceani, nel cuore dei Pillow-lava, per poi essere obdotte nelle vette Alpine ofiolitiche (Briançon, Queyras) e infine frammentate e deportate da antichi ghiacciai.

Trasportate sotto forma di ciottoli dalla Durance e dal Rodano, levigate dalle onde e dalle correnti del Mediterraneo, approdano infine sulle rive del Golfo di Aigues-Mortes e sul Lido di Maguelone, termine del loro strabiliante percorso.

- Uomini-medicina” del neolitico, druidi gallici, guaritori, viandanti medievali, pastori che transumavano dalla Provenza e dalla Linguadoca, altri curiosi o appassionati le “braccarono” per secoli,sempre con rispetto e ammirazione.

Amuleti porta fortuna, talismani protettori, Peira picota (Pietra del vaiolo dei pastori delle Cevenne ), Peire de veire (“Pietre a veleno” oppure “Pietre che curano” nelle Ardèche, nel Velay e nel Vivarais in particolare), queste curiosità della natura intrigarono e attirarono i nostri antenati, convinti da sempre che la Natura avesse un rimedio per ogni male.

- la Scienza, dai primi eruditi come Buffon, ed altri come Faujas de Saint-Fond, ha svelato numerosi misteri sulla loro origine, il loro aspetto, e sulla loro composizione chimica e minerale, mettendo inoltre in evidenza la loro rarità e la loro universalità.

Con l’apparizione di mezzi di cura più efficaci e con la fine delle grandi epidemie, il loro uso terapeutico e protettore è praticamente scomparso dalle campagne della Francia del sud.

- Nel XXI° secolo, è sopratutto l'aspetto estetico, l'originalità ed il ricordo delle tradizioni dei nostri anziani che ci seduce, anche se per alcuni ancora....

Questi Portachiavi e questi ciondoli, ricordo della vostra visita a Maguelone, non reggeranno forse mai le ” Chiavi di San Pietro”, san patrono dell’isola et della sua prestigiosa cattedrale romana, ne quelle del cuore della “Bella Maguelonne”, ma apriranno, a quelli che desiderano, le porte di un mondo affascinante : La storia delle varioliti. (scoprila su http://www.variolite.frhttp://www.variolite.frhttp://www.variolite.frhttp://www.variolite.fr   ).

Con i vostri acquisti a Maguelone (ESAT) sostenete “les Compagnons de Maguelone

 

GRAZIE MILLE

 

 


 

 

ritorno

Variolite.fr